Connect with us

Amore

Un sex toys di successo: lo strapon

Che cos’è lo strapon

Un sex toys di successo

Nel panorama dei sex toys lo strapon può essere considerato il giocattolo erotico più diffuso ed apprezzato da coloro che vogliono rendere piccante un rapporto sessuale. Questo perché esso si presta ad una molteplicità di giochi erotici.

Per comprendere bene le potenzialità di questo sex toys è opportuno analizzarne profondamente le funzionalità, legate principalmente, ma non solo, alla componente sessuale del dominio.

Lo strapon: il fallo indossabile

Nell’uso comune si intende per strapon il sex toys corrispondente ad un dildo provvisto di un sostegno, che può essere rappresentato da uno slip da indossare oppure, più spesso, da una cinghia (in inglese, appunto, “strap”). Talvolta, tuttavia, con lo stesso termine si indica direttamente la pratica sessuale resa possibile da quello che potremo definire un “fallo indossabile”. Non esiste, quindi, in termini di linguaggio una vera linea di confine fra l’oggetto erotico e la relativa pratica sessuale.

Lo strapon: chi lo pratica?

Lo strapon: non solo per lesbiche

Nell’immaginario sessuale lo strapon è collegato soprattutto al rapporto intimo fra donne. Difatti è facile pensare come gli incontri lesbici, grazie allo strapon, possano arrivare ad un grado di piacere sessuale più intenso e completo, reso possibile dalla penetrazione proprio come avviene in un rapporto etero. Tuttavia, pur essendo quello dei rapporti saffici il mondo dove più diffuso risulta essere l’uso di questo particolare sex toys, bisogna ammettere che la realtà è un poco diversa, presentando diverse sfumature: l’elemento maschile, ad esempio, che aleggia in un incontro erotico fra 2 donne quando è rappresentato solo da un fallo (il già citato “fallo indossato”), può essere invece effettivamente presente all’interno di un gioco sessuale che prevede l’uso dello strapon, sia come ruolo attivo sia come ruolo passivo.

Perché un uomo dovrebbe indossare lo strapon?

SexyLady-01

La natura ha provvisto l’uomo di un pene. Perché mai dovrebbe indossarne uno finto? La risposta principale va in un’unica direzione: le dimensioni del dildo da indossare. Difatti, nelle versioni maschili di questo sex toys (che, naturalmente, sono provviste di una cavità per l’inserimento del pene) esistono versioni che possono arrivare a lunghezze di 30 centimetri, oltre che a larghezze anch’esse consistenti.

Va da sé che queste tipologie di strapon, ideate per gli uomini, promettono un “brivido” in più per la partner femminile, pronta ad accogliere il dono di un pene più grande ed a provare, di conseguenza, emozioni forti. Per i rapporti omosessuali di tipo maschile, invece, e per la penetrazione anale in generale, esistono tipologie simili di strapon, pur con dildo di dimensioni ridotte, che regalano egualmente grandi soddisfazioni. Da non dimenticare poi che esistono versioni particolarissime di strapon provviste di 2 dildo, che permettono la penetrazione della vagina e dell’ano nello stesso momento.

Una donna con qualcosa in più: lo strapon

Tuttavia non ci si può nascondere: nell’immaginario sessuale di ognuno è la donna che indossa lo strapon. E quasi mai lo fa semplicemente per imitare un uomo. Anzi, talvolta lo strapon viene usato per ribaltare i ruoli: questo avviene particolarmente quando è una donna a penetrare un uomo. Si tratta, quindi, di particolarissimi giochi di seduzione o, più spesso, di dominio.

LO STRAPON: TIPOLOGIE

Uno strapon per ogni emozione

La tipologia giusta di strapon non esiste: essa dipende da quali emozioni si vogliono provare.
Gli strapon più comuni sono quelli che presentano un dildo la cui misura varia fra i 15 ed i 20 centimetri e, normalmente, sono usati da coppie lesbiche. A questo proposito, bisogna tener presente che, spesso, la partner attiva, in maniera molto altruistica, ha come unico obiettivo quello di appagare la propria compagna. Ma ove si voglia avere uno scambio reciproco di emozioni e di stimoli sessuali, esistono tipologie di strapon che presentano un dildo provvisto di una piccola protuberanza nella parte anteriore (in pratica, un piccolo dildo) grazie alla quale la donna che recita il ruolo “attivo” di penetrazione viene, a sua volta, piacevolmente stimolata fino a raggiungere il piacere sessuale. In questi casi, è possibile persino l’uso di una particolare tipologia di strapon senza cinghia e senza slip: il solo inserimento del dildo nelle 2 vagine è sufficiente a sorreggerlo.

Lo strapon e il senso del dominio: hard strap e big strap on

Quando invece è fondamentale il gioco del dominio (succede spesso, ma non solo, quando la parte attiva è rappresentata da una donna e quella passiva da un uomo) si può decidere di optare per strapon con dildo di dimensioni maggiori. In questi casi non è raro poi l’uso di strapon con slip in latex, un materiale che, indiscutibilmente, comunica potere. In generale, nelle versioni in cui i materiali con i quali sono fatti gli strapon tendono ad esser rigidi, in cui i colori si presentano forti e le dimensioni più grandi del solito, si parla di hard strap e big strap on.

Lo strapon: i materiali e le forme del dildo

A proposito di materiali, spesso gli strapon sono in silicone o gomma pvc, mentre il jelly, particolarmente morbido ed estensibile, è un altro materiale di cui si fa largamente uso per la realizzazione dei dildo. Quest’ultimo può essere fatto in forma assai stilizzata oppure imitare realisticamente il pene.

Non a caso, alcune protuberanze o zigrinature caratteristiche del membro maschile hanno anche una specifica funzionalità nel rendere più piacevole e stimolante la penetrazione.



More in Amore

To Top